Informarsi fa bene

L’accesso ad una informazione completa ed esauriente attinente qualsiasi campo dello scibile umano è condizione imprescindibile al pensiero formativo ed indipendente.
Purtroppo tale fruizione non è così scontata, almeno nella sua componente qualitativa potendo subire condizionamenti e contraffazioni finalizzate ad orientare la collettività in specifiche correnti di opinione avvantaggiando con metodi poco trasparenti questo o quel potentato economico, politico , sociale .
Anche la scienza non è immune a questa ingerenza manipolativa essendo sostanzialmente molto circoscritte le aree di completa autonomia, soprattutto finanziaria, pre-condizione ad una ricerca libera e rigorosa rispondente al solo principio etico che le è proprio :descrizione e possibile spiegazione degli eventi.
Qualsiasi investimento finanziario reclama un proprio" ritorno "economico spesso inevitabilmente in conflitto sia con le primitive finalità dello studio che con il beneficio collettivo vero e proprio.
Una delle conseguenze più evidenti e dirette è rappresentata da alcune popolari errate certezze ritenute sicure ed ineccepibili, salvo poi esser smentite dall'evidenza dei fatti.
Problematiche quali l'inquinamento ambientale, le alterazioni alimentari, la contaminazione dell'aria e dell'acqua, la diffusione e l'abuso dei farmaci costituiscono temi del vivere quotidiano a cui ogni singolo individuo si rapporta più o meno consapevolmente ma la cui interazione produce fondamentali conseguenze sulla propria condizione fisica .
Lo scopo di questa raccolta di saggi è quello di fornire all'utente una versione totalmente libera e imparziale su problematiche sanitarie molto frequenti, nella cui esposizione vengono citati e affrontati aspetti cruciali nel loro determinismo ma generalmente assenti nelle fonti generiche di informazione, televisione e stampa.
La necessaria semplificata esposizione di una materia ad elevatissima complessità qual'è la biologia nel suo insieme è finalizzata unicamente a rendere accessibile a qualsiasi lettore tale affascinante campo del sapere ed è sempre rigorosamente supportata da conoscenze multidisciplinari non adeguatamente e sufficientemente divulgate e conosciute .
Proprio a questo proposito è stata inserita la rubrica "Tempo galantuomo" che raccoglie articoli da testate giornalistiche riportanti dati e statistiche di organismi internazionali inerenti sia temi trattati in "Informarsi fa bene" che tesi scientifiche espresse in sede professionale ,per lungo-troppo tempo trascurate,non adeguatamente evidenziate,o peggio ancora totalmente misconosciute.

Per questa ragione tale rubrica è stata così denominata.
Buona lettura


DR. ROBERTO RUSSO
© Riproduzione riservata 2010

Share by: